Legge di bilancio per 2017: maggior incentivi per interventi di adeguamento sismico certificati sulla propria abitazione (prima e seconda casa)

Firmato il decreto che completa il percorso avviato con la Legge di Bilancio 2017

Dopo il necessario passaggio in Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, il Decreto prevede  la possibilità di fruire di un maggiore incentivo  per  interventi di adeguamento sismico certificati sulla propria abitazione (prima e seconda casa) sull’immobile adibito ad attività produttiva o sulle parti comuni dei condomini per edifici ubicati sia  nelle zone di alta e altissima pericolosità sismica ( zone 1 e 2) sia in quelle di media pericolosità ( zona 3).

La detrazione può essere applicata alle spese per lavori sostenuti a partire dal 1 gennaio 2017 fino al dicembre 2021 e  può salire anche al 70-80% se i lavori sono di tale natura da ridurre il rischio sismico di una o due classi di rischio. Alcuni chiarimenti, consigliando a tutti una attenta lettura del Decreto:

COSA E’ IL SISMA BONUS 2017 

Una agevolazione inserita nel testo della legge di Bilancio 2017 che prevede la possibilità di fruire di una importante detrazione fiscale suglio dinteventi di adeguamento sismico di case, immobili,  attività produttive e condomini.

Queste le novità:

  1. BONUS TERREMOTO 2017

dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017 le spese sostenute per adeguamento antisismico degli edifici nelle zone 1 e 2 ( altissima e alta pericolosità sismica) potranno usufruire di una detrazione pari al 50% per un massimo di 96.000 euro da suddividere in 5 quote annuali di pari importo a partire dall’anno in cui tali spese sono state sostenute.

  1. SISMA BONUS 2018

Dal 2° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per  famiglie e imprese che effettuino interventi di riduzione di rischio sismico nelle zone 1,2,3 tali da determinare il passaggio ad una classe inferiore di rischio terremoto ( Ordinanza Presidente del Consiglio dei Ministri  3274 del 20.3.2003 Suppl. Ordin. n° 72  Gazzetta Ufficiale  n° 105  dell’ 8  Maggio 2003) la detrazione dal 50% passa al 70% , mentre se la riduzione è di due classi di rischio la detrazione passa all’ 80%.

SISMA BONUS CONDOMINI 2017

Dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, per gli interventi effettuati  in parti comuni dei condomini e intero edificio per passaggio ad una classe inferiore di rischio detrazione del 75% che passa all’85% per due classi di rischio con una massimale di 96.000 euro

COME FUNZIONA IL SISMA BONUS

Requisiti: per fruire delle detrazioni fiscali sopra previste è necessario che:

  • i lavori vengano effettuati tra 1° gennaio 2017 e 31 dicembre 2021
  • che determinino una riduzione di rischio di 1 o 2 classi 
  • siamo eseguiti su case private ( prima e seconda casa), attività produttive o condomini
  • gli immobili siano ubicati nelle zone 1, 2 o 3 di cui all’ordinanza di cui sopra
  • la spesa massima non superi i 96.000 euro comprensivi delle spese per classificazione e verifica sismica
  • lo sconto venga recuperato non in 10 anni, ma in 5 quote di pari importo
  • il credito possa essere ceduto a soggetti terzi o all’impresa per permettere ai condomini incapienti di usufruire dell’agevolazione. Modalità di concessione e cessione del credito da chiarire presso Agenzia delle Entrate

A CHI SPETTA IL SISMA BONUS 2017 PRIMA E SECONDA CASA?

A tutti i cittadini che eseguano interventi di adeguamento sismico all’interno delle zone 1, 2 e 3 tali da determinare una riduzione del rischio di 1 o 2 classi; maggiore è la riduzione del rischio maggiore è la detrazione fruibile: 70% per riduzione di 1 classe, 85% per riduzione di due classi.

Per coloro che hanno effettuato lavori di adeguamento sismico entro il 31 dicembre 2016 spetta il BONUS TERREMOTO se prima casa o attività produttiva nelle zone 1, 2 o 3

 

FRANCA CARAMELLO

ACU UMBRIA

Leave a Reply

Your email address will not be published.