INTERNET. MC ALL’AGCOM: INSERIRE ACCESSO ALLA BANDA LARGA NEL SERVIZIO UNIVERSALE E SOLLECITARE REALIZZAZIONE RETE DI NUOVA GENERAZIONE

 

 

MC ha partecipato oggi alla consultazione indetta dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) in merito all’accesso a Internet da rete fissa. A fronte dell’attuale anacronistica indicazione standard di accesso analogico a 256k, l’associazione ha condiviso la proposta dell’Autorità di ricomprendere la disponibilità di accesso a banda larga a velocità minima di 7Mbps fra gli obblighi del “servizio universale”.

MC ha sottolineato come si tratti non solo di un ormai doveroso adeguamento formale all’evoluzione tecnologica degli ultimi anni, ma soprattutto una necessità di inclusione sociale di fasce di cittadini che, per collocazione geografica o per situazioni individuali di svantaggio, sono oggi discriminati nell’accesso alle informazioni e nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, con i fornitori di servizi essenziali, con l’ecommerce. A questo proposito, MC ha evidenziato la relazione fra il tema del servizio universale e lo sviluppo della rete di nuova generazione. Ha quindi espresso l’auspicio che l’atteso inserimento dell’accesso a Internet a banda larga nell’ambito del servizio universale possa rappresentare uno stimolo al governo e al mercato per uno scatto in avanti, anche nel perseguimento degli obiettivi dell’Agenda digitale, che prevede la disponibilità di accesso a Internet alla velocità di almeno 30 Mbps per tutti i cittadini europei entro il 2020.

Fonte: Movimento Consumatori

link: http://www.movimentoconsumatori.it/notizie/4367/internet-mc-allagcom-inserire-accesso-alla-banda-larga-nel-servizio-universale-e-sollecitare-governo-e-mercato-alla-realizzazione-della-rete-di-nuova-generazione.html

Leave a Reply

Your email address will not be published.